.:: Unionfiliere ::.


Home » » News filiera Oro » Comitato di Filiera Oro: prima riunione del gruppo tracciabilitĂ 

Comitato di Filiera Oro: prima riunione del gruppo tracciabilitĂ 

Voci Collegate

Sul tavolo i temi caldi della tracciabilità dei metalli e dei preziosi per rispondere ai requisiti del Dodd–Frank Act e la certificazione sul rilascio del nichel.

Il primo incontro del Gruppo Tracciabilità ha affrontato in ottica pragmatica le modalità per avviare un percorso virtuoso italiano per favorire il recepimento dei principi della tracciabilità di base, soprattutto per le medie, piccole e micro imprese. Al momento le imprese hanno a disposizione più sistemi di tracciabilità quali il sistema TF delle Camere di Commercio riguardante la provenienza delle fasi di produzione (è allo studio l’ampliamento alla certificazione delle sostanze pericolose e dell’origine della materia prima) e la certificazione RJC secondo gli schemi Code of Practices e Chain of Custody.

Entrambi i sistemi hanno delle carenze che ne limitano l’applicabilità alle imprese italiane e pertanto l’obiettivo del Gruppo tracciabilità è quello di dare strumenti semplici e di facile utilizzo alle imprese interessate ad avere delle risposte per fronteggiare alcune “emergenze” quali l’introduzione del Dodd–Frank Act sulla vendita di metalli provenienti da teatri di guerra e i nuovi parametri sul rilascio del nichel.

Il Gruppo ha constatato che alcune aziende italiane hanno già lavorato molto sul tema della tracciabilità e pertanto provvederà a elaborare un vademecum contenente i passi che un’azienda orafa medio–piccola può fare per tracciare l’oro utilizzato per realizzare prodotti finiti “conflict free”.
L’attenzione sarà posta sui due principali filoni di alimentazione del processo produttivo: l’“oro nuovo” (con relative certificazioni riconosciute) e l’oro proveniente da oreficeria usata/scarti (con relativo percorso per mantenere il riconoscimento di “conflict free”).

Al termine dei lavori il Gruppo ha intenzione di organizzare seminari formativi focalizzati sugli argomenti di particolare interesse (anche economico) per le imprese:

  • Origine del metallo ("vuoi continuare a lavorare direttamente o indirettamente con il mercato USA?")
  • Salubrità prodotti (“sei a norma sul nichel, piombo... e per il codice di consumo?”).


I seminari saranno organizzati in una prima parte in cui viene descritto il problema e in una seconda parte focalizzata su come l’imprenditore può intervenire nella sua azienda e sugli strumenti a sua disposizione per certificarne la conformità.

Rif. Unionfiliere, Segreteria, e–mail: segreteria@unionfiliere.it

Data di pubblicazione: 12/12/2013 13:06
Data di aggiornamento: 12/12/2013 13:08