.:: Unionfiliere ::.


Home » In primo piano » Ultimi aggiornamenti » Moda, il progetto TFashion al centro degli incontri di Varese, Charleroi e Shanghai

Moda, il progetto TFashion al centro degli incontri di Varese, Charleroi e Shanghai

Grande interesse per il sistema di tracciabilità volontario TF – Traceability &Fashion è stato registrato negli ultimi incontri a livello europeo e internazionale
L’inizio dell’autunno trova il Comitato di filiera della Moda in fervente attività, in particolar modo sul fronte degli eventi promozionali che mirano a diffondere all’estero il sistema di tracciabilità volontario TF – Traceability & Fashion. Tre incontri promozionali in particolare hanno riscosso grande successo: uno si è svolto in Italia, a Varese, uno in Belgio, a Charleroi in Vallonia, l’ultimo in Cina, a Shanghai.
Nel corso dell’incontro "Tessile varesino, tracciabilità e mercati internazionali: focus Germania" tenutosi lo scorso 23 settembre a MalpensaFiere, è emerso il forte apprezzamento del mondo tessile tedesco verso la qualità produttiva e l’attenzione alla tracciabilità dei prodotti italiani. Il meeting, organizzato dalla Camera di Commercio di Varese e Unionfiliere insieme alla Camera di Commercio italiana per la Germania, ha riunito imprese del territorio ed esponenti della Camera di Commercio Italiana in Germania.
Erano presenti all’incontro, tra gli altri, il direttore di Unionfiliere, Alessandra Vittoria, che ha parlato della tracciabilità TFashion. Caratteristiche e tendenze del mercato tedesco della moda e del tessile sono state affrontate da Vincenza D’Ambrogio della Camera di Commercio Italiana per la Germania. Presenti, tra gli altri, Mauro Temperelli, Segretario Generale della Camera di Commercio di Varese e Claudia Nikolai, Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana in Germania.
Il 24 settembre scorso si è tenuto, presso il Consolato d’Italia a Charleroi, in Belgio, il seminario dal titolo "La valorizzazione dei prodotti della manifattura made in Italy", organizzato dalla Camera di Commercio Italo–Belga in collaborazione con il Consolato d’Italia, Unioncamere e Unionfiliere. All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, il console d’Italia a Charleroi, Iva Palmieri, l’amministratore della Camera di Commercio Italo–Belga nonchè responsabile della Section Hainaut–Namur Antonio Tresca, il segretario generale della Camera di Commercio Italo–Belga Matteo Lazzarini e il direttore di Unioncamere Bruxelles Flavio Burlizzi.
Del progetto TFashion si è parlato anche lo scorso 12 ottobre a Shanghai, nel corso del seminario "TF – Traceability & Fashion: dall’artigiano al web" , organizzato dalla Camera di Commercio Italo–Cinese con il theMICAMshanghai, che si è tenuto presso lo Shanghai Exhibition Center. Ha illustrato il progetto il segretario generale della CCIE Giulia Ziggiotti.

Rif. Unionfiliere, Segreteria, e–mail: segreteria@unionfiliere.it 

Data di pubblicazione: 28/10/2013 18:27
Data di aggiornamento: 28/10/2013 18:32