.:: Unionfiliere ::.


Home » In primo piano » L'editoriale di Unionfiliere

L'editoriale di Unionfiliere

Da oggi nasce la newsletter "Unionfiliere News" con l' obiettivo di diffondere le nostre iniziative e trasmettere il nostro know how. Questo nuovo strumento è articolato in modo che ogni Comitato di filiera possa avere un suo spazio, un Focus per raccontare le proprie novità e tendenze. Si parlerà anche dei distretti, con un'area predisposta ad ospitare le notizie del mondo economico che interessano le filiere del made in Italy e uno spazio che ospiterà aggiornamenti dai distretti produttivi italiani. Il tutto in un'ottica tarata principalmente sui temi della tracciabilità e dell'internazionalizzazione: sono queste le leve primarie attraverso le quali Unionfiliere intende supportare il sistema camerale nell'elaborazione e nello sviluppo di politiche di rilancio delle principali filiere manifatturiere italiane.

Un anno intenso, il 2012, per Unionfiliere. La nostra Associazione, che ricordo è frutto della fusione dei due organismi del sistema camerale per la valorizzazione delle filiere oro e moda, Assicor e Itf, ha accolto al suo interno dal 27 giugno 2012 due nuove filiere: quella dell'edilizia sostenibile e quella della nautica. Sono stati infatti creati due nuovi Comitati di filiera appositi, ed è in previsione l'adesione di altre filiere, quella del legno arredo e quella dell'automazione meccanica. Sempre con un unico spirito: unire al fine di qualificare, valorizzare, e promuovere le filiere che hanno reso famoso il made in Italy nel mondo.

Tra gli altri eventi importanti del 2012, c'è da segnalare l'avvio, a settembre, di una collaborazione con la Federazione dei Distretti italiani, orientata a fare strada ad un futuro "insieme", condividendo la necessità che politiche di distretto e di filiera diventino sempre più parte integrante di un'unica strategia di sviluppo per le imprese. L'accordo è volto a sperimentare forme di collaborazione sempre più incisive al fine di favorire l'aggregazione delle strutture responsabili della elaborazione di interventi condivisi. Dunque, un percorso diretto alla fusione: nell'arco di un biennio la Federazione dei Distretti confluirà nell'Associazione delle Camere di Commercio per la valorizzazione delle filiere del made in Italy. L'obiettivo è quello di creare un luogo privilegiato per lo sviluppo di iniziative finalizzate a favorire la competitività delle filiere e dei distretti, attraverso un confronto costante tra sistema camerale e sistema associativo

Data di pubblicazione: 21/05/2013 11:22
Data di aggiornamento: 21/05/2013 11:29